Libertà di religione sul lavoro

AGR

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
X Municipio, IEVA: Cartellonistica informativa per spiagge Plastic Free
Ostia, la sicurezza sulla Roma-Lido affidata alla video-sorveglianza
Il Tour di 'Non Fare della Tua Vita un Gioco' fa tappa in Ancona
X Municipio, in funzione il Tritovagliatore
Ostia, torna a splendere la Rotonda
Panda Raid 2019, dopo 11 anni per la prima volta un Team Italiano sul Podio
Panda Raid 2019, iniziata l'avventura per la Panda romana del Team XXX Zero
Ostia: incendio Pineta di Castel Fusano, Acilia: in fiamme gli argini del Tevere
Ostia, le ruspe aprono la strada...ad un nuovo lungomare
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
AGR Partner

Aruba.it Business Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili

intopic
Regione: Nel Mondo    Sezione: AGR - Unione Europea1/17/2013 4:38:19 PM

Libertà di religione sul lavoro

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, organo del Consiglio d’Europa, ha condannato il Regno Unito



(AGR) (AGR) >La Corte Europea>> dei Diritti dell’Uomo, organo del Consiglio d’Europa, ha condannato il Regno Unito per violazione dell’art. 9 della CEDU (Convenzione Europea sui Diritti dell’Uomo). Nadia Eweida, dipendente della British Airways, era stata sospesa dal servizio perché chiedeva di lavorare indossando una piccola croce al collo. I tribunali del Regno Unito avevano ritenuto che ciò non costituisse una violazione della libertà religiosa ma la Corte di Strasburgo ha espresso un avviso opposto.>

>L’Associazione “Giuseppe Dossetti: i Valori” (www.dossetti.it) è stata ammessa – unica realtà italiana – a presentare in giudizio proprie osservazioni sul caso. Con il patrocinio dell’avvocato Mattia Ferrero, coordinatore dell’Osservatorio per la tolleranza e la libertà religiosa della medesima Associazione nonché dottore di ricerca dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è stato evidenziato che indossare simboli religiosi è espressione della libertà religiosa di ciascuno da riconoscere anche sul luogo di lavoro; libertà che lo Stato ha il dovere di far rispettare anche ai privati.>>

>In accoglimento di queste argomentazioni, i giudici di Strasburgo per la prima volta in 50 anni di attività hanno condannato il Regno Unito per violazione della libertà religiosa.>>

>Soddisfazione per l’esito del giudizio è stata espressa dalla Presidente dell’Associazione Dossetti, Professoressa Ombretta Fumagalli Carulli (che è anche docente di Diritto ecclesiastico alla Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Direttore dell’Istituto Giuridico del medesimo Ateneo) con la seguente dichiarazione:"Questa sentenza è la prova che anche uno Stato come il Regno Unito, che vanta una lunghissima tradizione di tutela dei diritti fondamentali, non è immune da violazioni della libertà religiosa. Bisogna poi sottolineare come la vittima di tale violazione sia una copta cristiana. Si conferma quindi come i Cristiani siano vittime di discriminazione anche nelle democrazie occidentali, nonostante il cristianesimo sia la religione maggioritaria". >>

> >>

> >>>

Autore: AGR - Redazione - E. B.

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR 

L'Informazione che rompe il silenzio

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

 AGR

L'informazione che rompe il silenzio