Ostia, alla scoperta del castello di Castelfusano

AGR

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
X Municipio, IEVA: Cartellonistica informativa per spiagge Plastic Free
Ostia, la sicurezza sulla Roma-Lido affidata alla video-sorveglianza
Il Tour di 'Non Fare della Tua Vita un Gioco' fa tappa in Ancona
X Municipio, in funzione il Tritovagliatore
Ostia, torna a splendere la Rotonda
Panda Raid 2019, dopo 11 anni per la prima volta un Team Italiano sul Podio
Panda Raid 2019, iniziata l'avventura per la Panda romana del Team XXX Zero
Ostia: incendio Pineta di Castel Fusano, Acilia: in fiamme gli argini del Tevere
Ostia, le ruspe aprono la strada...ad un nuovo lungomare
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
AGR Partner

Aruba.it Business Partner


  


PC SAVE Assistenza Computer

 


testo testo


AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

AGR Agenzia di Stampa - AGR Press Agency


Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

 


BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA


 

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili

intopic
Regione: Lazio    Sezione: AGR - Turismo7/1/2019 3:28:00 PM

Ostia, alla scoperta del castello di Castelfusano

La famiglia Chigi il prossimo 19 e 20 luglio apre le porte ai visitatori. Obbligatoria la prenotazione



 

(AGR)Ostia scopre un altro tesoro: il castello di Castelfusano dei Chigi. Per la prima volta la famiglia Chigi ha infatti  deciso di dare la possibilità a tutti di ammirare l'arte contenuta nel Castello. La dimora all’interno della pineta secolare sarà fruibile al pubblico appassionato di storia ed arte e riscoprire la bellezza dell'arte barocca presente nel castello.All'interno sontuosi saloni ricoperti di affreschi, di eleganti arredi, di dipinti e foto che raccontano la storia di una delle più grandi e antiche famiglie d'Italia. Le visite sono guidate da esperti del settore e sono fruibili solo su prenotazione.

Proiettori accesi dunque sul territorio di Castel Fusano che è straordinariamente ricco di insediamenti romani, come la villa dell’oratore romano Quinto Ortensio Ortalo, vissuto ai tempi di Cicerone, magnificamente arredata di mosaici e altre decorazioni.

Dopo complesse vicende nell’antichità e nel Medio Evo, nel XVII secolo il luogo è meta privilegiata di acquisti e rinnovamenti da parte di famiglie toscane; nel 1620 il casale del Tumoleto e una parte dei terreni circostanti divengono proprietà della antica famiglia fiorentina dei Sacchetti, che decide di ampliare il possedimento acquistando anche il castello di Fusano, ormai quasi distrutto.

E’ sulla villa che si concentrarono i loro ambiziosi programmi. Divenuti banchieri del papa Urbano VIII (1623-1644), danno avvio alla trasformazione in castello, con un progetto impostato per grandi linee nel 1623 dal loro architetto di fiducia, Girolamo Rainaldi, che dirige i lavori di realizzazione nel 1624-1626, con la collaborazione di Francesco Peparelli, seguito poi da Camillo Arcucci. Dal 1625 al 1629 opera anche un terzo architetto, Bernardino Radi.

L’elemento più prestigioso contenuto nel castello è rappresentato dal ciclo di pitture compiute da vari artisti diretti da Pietro da Cortona, attivi dal 1627 al 1631. I temi sono complessi e comprendono soggetti religiosi tratti dall’Antico e dal Nuovo Testamento, in particolare rappresentati nella cappella, un capolavoro ricco di straordinari episodi di paesaggio; non mancano anche soggetti mitologici nelle sale del primo e secondo piano e accurate carte geografiche nella Galleria del secondo piano, con stemmi Sacchetti e Barberini e una rappresentazione del mondo dalle origini mitiche agli episodi della storia romana, inseriti nel ciclo delle stagioni e degli elementi.

Gli interessi dei Sacchetti si orientano nel XVI e XVIII secolo su altre loro proprietà e il 27 giugno 1755 si stipula l’atto di vendita della villa dal Marchese Giovanni Battista Sacchetti Muti Papazzurri Sacchetti al Principe Agostino Chigi per 135.000 scudi. I Chigi conferiscono al luogo il carattere di moderna dimora aristocratica e al territorio circostante quello di azienda agricola produttiva ed efficiente, con l’uso di macchine progettate per il “prosciugamento dello stagno di Ostia”, insieme ad ulteriori bonifiche e nuove attività ad Ostia. Sono condotti importanti scavi archeologici e nel XX secolo il Principe Francesco Chigi vi inserisce un osservatorio ornitologico, che anticipa la fondazione del nuovo Giardino Zoologico di Roma, al quale il Principe partecipa attivamente. Ecco le date e i contatti per prenotare la partecipazione a quest'esperienza unica.

 

Date visita guidata: Venerdì 19 Luglio e Sabato 20 Luglio Orario: Gruppo 1 – 18:00-19:15; Gruppo 2 – 19:15-20:30 Costo: €25 a persona (bambini sotto i 12 anni entrata gratuita)

Indirizzo: Viale Mediterraneo, 52

Prenotazione necessaria: via mail info@castelfusano.org; Tel. 06 566 52 53 (dalle 09:00 alle 13:00 dal Lunedì al Venerdì.



Autore: AGR - Redazione - E. B.

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR 

L'Informazione che rompe il silenzio

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

 AGR

L'informazione che rompe il silenzio