Roma, convegno all'istituto S.Orsola sulle "immigrazioni"

AGR

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
Abilmente Roma, Il Salone delle Idee Creative di Italian Exhibition Group SpA (IEG)
X Municipio, IEVA: Cartellonistica informativa per spiagge Plastic Free
Ostia, la sicurezza sulla Roma-Lido affidata alla video-sorveglianza
Il Tour di 'Non Fare della Tua Vita un Gioco' fa tappa in Ancona
X Municipio, in funzione il Tritovagliatore
Ostia, torna a splendere la Rotonda
Panda Raid 2019, dopo 11 anni per la prima volta un Team Italiano sul Podio
Panda Raid 2019, iniziata l'avventura per la Panda romana del Team XXX Zero
Ostia: incendio Pineta di Castel Fusano, Acilia: in fiamme gli argini del Tevere
Ostia, le ruspe aprono la strada...ad un nuovo lungomare
AGR Partner

Aruba.it Business Partner


  


PC SAVE Assistenza Computer

 


testo testo


AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

AGR Agenzia di Stampa - AGR Press Agency


Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

 


BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA


 

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili

intopic
Regione: Lazio    Sezione: AGR - Cultura4/15/2019 6:01:00 PM

Roma, convegno all'istituto S.Orsola sulle "immigrazioni"

Introdotto dal prof. Massimo Palleschi il relatore dr. Angelo Roncella ha analizzato il fenomeno nella storia.



(AGR) La Fondazione Internazionale per l’aiuto degli anziani si è interrogata sul “Problema delle immigrazioni”, con un convegno, svoltosi, nel fine settimana presso l’istituto “S. Orsola” in via Livorno a Roma. Introdotto dal presidente della Fondazione ed illustre geriatra di fama internazionale Massimo Palleschi, il relatore è stato il dr. Angelo Roncella (nella foto), medico endocrinologo di Casalpalocco, il quale ha tracciato un ampio escursus del fenomeno, analizzando le diverse migrazioni che si sono succedute nei secoli ed hanno visto anche gli italiani tra i protagonisti, in particolare, a fine ‘800 verso gli Stati Uniti. Un fenomeno massiccio se si considera che nel 1909 gli italiani residenti nel Nord America erano circa 9 milioni su 35.

Nella sua analisi il dr. Roncella ha posto l’attenzione come “troppo spesso” gli immigrati vengano tacciati, ingiustamente, di provocare gravi squilibri e danni all’economia locale, se non quando, vengano accusati di ruberie e trasformati nei responsabili di violenze e furti. In realtà, ha dimostrato Angelo Roncella, spesso siamo di fronte a luoghi comuni ed indebite generalizzazioni, per fare questo ha ricordato l’intercettazione del 1973 in cui Richard Nixon parlava con John Ehrlichman, tra i suoi collaboratori più stretti alla Casa Bianca, destinato a finire in galera per lo scandalo Watergate. In poche battute, il presidente riuscì a condensare un po’ tutti gli stereotipi contro i nostri emigrati che si sperava fossero stati finalmente sepolti.

“Gli italiani non sono ecco…. non sono come noi”. Precisò: “La differenza sta nell’odore diverso, nell’aspetto diverso, nel modo di agire diverso. Dopo tutto non si possono rimproverare. Non si può. Non hanno mai avuto quello che abbiamo avuto noi.Il guaio è che non si riesce a trovarne uno che sia onesto”.

Troppo spesso, è emerso nel dibattito, si ritiene l’immigrato sia “diverso” e per questo da emarginare e combattere. Motivo prevalente della relazione, infatti,  è stata l’analisi dell’immigrazione in Italia ed il dibattito costi-benefici che ne è seguito.

Al di là della questione morale e sociale che vede la Fondazione impegnata in prima persona nel sostegno ai più deboli e bisognosi, nella sala ha prevalso la convinzione che, oltre a garantire l’accoglienza, sia fondamentale l’impegno civico, soprattutto in chiave futura, da parte dell’Europa a favore dei paesi africani, al fine di promuoverne la crescita socio-economica, vero polo attrattivo, per evitare la fuga, sempre dolorosa, dalle proprie città.



Autore: AGR - Redazione - E. B.

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR 

L'Informazione che rompe il silenzio

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

 AGR

L'informazione che rompe il silenzio