Ostia, non ci sono più terreni per piantare alberi

AGR Donate 

AGR

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
X Municipio, in funzione il Tritovagliatore
Ostia, torna a splendere la Rotonda
Panda Raid 2019, dopo 11 anni per la prima volta un Team Italiano sul Podio
Panda Raid 2019, iniziata l'avventura per la Panda romana del Team XXX Zero
Ostia: incendio Pineta di Castel Fusano, Acilia: in fiamme gli argini del Tevere
Ostia, le ruspe aprono la strada...ad un nuovo lungomare
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
Acilia Nord, i cittadini denunciano lo stato di abbandono del quartiere
Municipio X rivoluzione in arrivo nella raccolta differenziata
Panda Raid 2018 - Da Madrid a Marrakkech con una vecchia Panda del Nonno
AGR Partner

Aruba.it Business Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili

intopic
Regione: Lazio    Sezione: AGR - Ambiente - Territorio3/14/2019 5:30:00 PM

Ostia, non ci sono più terreni per piantare alberi

La Commissione ambiente voleva mettere a dimora un albero per ogni nato, ma ci si è accorti che gli spazi verdi erano tutti occupati



 

 

(AGR)La Commissione Ambiente ha affrontato, di recente, i possibili sviluppi locali per dare seguito alla norma che prevede per i comuni con più di 15.000 abitanti la piantumazione di un albero per ogni nuovo nato, ovvero, per ogni bambino adottato.

Dopo aver esaminato il quadro normativo iniziato ben 26 anni fa (legge n°113/1992 e successiva legge n. 10 /2013), si è preso atto del fatto che gran parte dei comuni soggetti all’obbligo non sono riusciti a dare seguito alla norma, a causa dell’ambizione del legislatore di intervenire in maniera surrettizia rispetto all’obbligo morale ed etico che le Istituzioni dovrebbero avere già nel riconoscere l’importante ruolo che gli alberi rivestono nella qualità della vita dei cittadini, costringendoli a recuperare aree per piantarne nuovi alberi.

 Per piantare un albero ogni nato c’è necessità di circa 60-70 mq a bambino (ipotesi di un bosco di lecci con chioma adulta 5 -6 mt di diametro e spazio vitale tra un pianta e l'altra posa a 9 mt uno dall'altro) . Questo implica una coraggiosa inversione di tendenza in tema di consumo di suolo che comporta una nuova programmazione urbanistica in grado di individuare nuove aree verdi sottraendole ad altri utilizzi.

Il caso del Municipio X a riguardo è emblematico. Nel 2017 sono nati circa 1700 bambini che rapportati alle aree verdi in diretta assegnazione al municipio esaurirebbero in un anno tutta la disponibilità di terreno non alberato. Soluzioni vanno quindi ricercate, ad esempio, intervenendo su terreni all’interno della riserva statale del litorale quali ad esempio quelle della pineta di Castel Fusano andate a fuoco, tutte aree attualmente non nella disponibilità del municipio.

 

In conclusione la Commissione, considerato il decentramento della gestione del Verde municipale, ha concluso:non esiste ad oggi la possibilità di dare seguito all’obbligo utilizzando le aree verdi a gestione diretta del Municipio per insufficiente capienza nelle stesse; si dovranno concordare tuta una serie di azioni con Roma Capitale per:

(a) identificare aree nella disponibilità del Dipartimento Ambiente capitolino quali a titolo di esempio aree ricadenti nella Riserva statale del litorale Romano di cui il dipartimento riveste il ruolo di ENTE GESTORE (tipo pineta di Castel Fusano, Acque Rosse e altre a ridosso del canal dei pescatori)

(b) acquisire nuove aree preferibilmente ricadenti nella Riserva Statale del Litorale Romano non ancora nella disponibilità comunale (es. area alle spalle del complesso Cineland) ovvero altre da sottrarre al consumo di suolo (tipo area tra via dei Pescatori e via Bazzini).



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR 

L'Informazione che rompe il silenzio

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

 AGR

L'informazione che rompe il silenzio