Ostia, l'erosione avanza, a rischio gli stabilimenti

AGR Donate 

AGR

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
X Municipio, in funzione il Tritovagliatore
Ostia, torna a splendere la Rotonda
Panda Raid 2019, dopo 11 anni per la prima volta un Team Italiano sul Podio
Panda Raid 2019, iniziata l'avventura per la Panda romana del Team XXX Zero
Ostia: incendio Pineta di Castel Fusano, Acilia: in fiamme gli argini del Tevere
Ostia, le ruspe aprono la strada...ad un nuovo lungomare
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
Acilia Nord, i cittadini denunciano lo stato di abbandono del quartiere
Municipio X rivoluzione in arrivo nella raccolta differenziata
Panda Raid 2018 - Da Madrid a Marrakkech con una vecchia Panda del Nonno
AGR Partner

Aruba.it Business Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili

intopic
Regione: Abruzzo    Sezione: AGR - Ambiente - Territorio3/11/2019 4:06:00 PM

Ostia, l'erosione avanza, a rischio gli stabilimenti

Franco Petrini (concessionario Nuova Pineta): Zingaretti vuole la Tav, ma per Ostia cosa ha fatto...?



 

(AGR)Ostia, l’erosione continua ad avanzare. Da anni un tratto di spiaggia di quasi due chilometri, dal canale dei pescatori sino al lungomare Vespucci  (rotonda Colombo) attende l’intervento di ricostruzione degli arenili. Una questione che riguarda anche altre spiagge del litorale romano, prima fra tutte, Fregene. Il progetto è pronto fin dal 2012, è stato finanziato, i soldi ci sono ma non parte…. In particolare,  il progetto regionale di difesa, prevede la realizzazione di 8 pennelli perpendicolari alla linea di costa della lunghezza di 200 m per una spesa complessiva di 5 milioni di euro. Contro il piano però si sono schierati gli ambientalisti, i quali temono che i pennelli previsti innescano un processo erosivo più a sud, coinvolgendo il sistema dunale di Castelporziano e Capocotta. Anche una parte dei balneari sarebbe contraria, in linea di massima al progetto perché maggiormente esposti al processo erosivo determinato dal posizionamento di scogliere in acqua.

Il fenomeno erosivo in mancanza di interventi di ripascimento rischia però di far arrivare il mare fino alla massicciata del lungomare , com’è già successo negli anni scorsi. Sino ad oggi sul litorale romano sono stati spesi oltre 30 milioni di euro, a partire dal primo ripascimento del 1997 che ha interessato l’area di Ostia centro e che sino ad oggi ha dato buoni risultati. Sul tratto in questione si è tentato un rinascimento morbido (solo riversamento di sabbia) nel 2006 (anche in precedenza nel 2000, circa 800 mila mc), ma in due anni la situazione è tornata quella precedente ed il mare ha ingoiato tutta la sabbia riportata. “Ad un mese e mezzo dall’inizio della stagione balneare  - denuncia in una nota su Facebook Franco Pietrini, titolare della Nuova Pineta, recentemente insignito del Premio Ascom - questa è la situazione di un lungo tratto dell’arenile romano. Tutto ciò non è precipitato negli ultimi giorni. Non è accaduto ieri.  Ma frutto di incuria e “menefreghismo” protratto negli anni. Oggi Zingaretti chiede a gran voce che si faccia la TAV, ma lui per Ostia cosa ha fatto…?Cosa aspetta la Regione ad intervenire? In questa situazione è sempre più difficile fare balneazione ed offrire un servizio di qualità. Noi non andremo via da Ostia e non abbiamo intenzione di mollare o diminuire il nostro impegno, ma l’intervento della regione è non più procrastinabile”.

 

 

 



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR 

L'Informazione che rompe il silenzio

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

 AGR

L'informazione che rompe il silenzio