AGR on Line

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
Ostia, le ruspe aprono la strada...ad un nuovo lungomare
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
Acilia Nord, i cittadini denunciano lo stato di abbandono del quartiere
Municipio X rivoluzione in arrivo nella raccolta differenziata
Panda Raid 2018 - Da Madrid a Marrakkech con una vecchia Panda del Nonno
Panda Raid 2018 - 400 Panda 4x4 nel deserto del Sahara
GREATPIXEL disegna la App per lo store KIKO più grande (e più tecnologico) al mondo
Tragico incidente sulla Majella. Soccorso Alpino impegnato anche sul Gran Sasso
Don luigi Ciotti - Presidente di Libera -Ci vuole una presenza comune, serve il 'noi'
X Municipio, Forza Italia avanza
AGR Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili
 

intopic
Regione: Lazio    Sezione: AGR - Ambiente - Territorio02/01/2019 11.20.00

Acilia, rifiuti pericolosi spuntano nelle discariche

Non si tratta solo di cassonetti stracolmi o rifiuti abbandonati nei prati ma di eternit, per il cui smaltimento si devono seguire particolari procedu



 

(AGR) Le discariche a cielo aperto crescono….sopratutto nell’hinterland del X Municipio dove il fenomeno assume una particolare rilevanza. Quello che volevamo segnalare con queste foto eseguite alcuni giorni fa in un’area non distante dalla sede Asl rm 3 di Casalbernocchi è che non si tratta solo di “rifiuti” abbandonati o di cassonetti stracolmi, ma di “rifiuti pericolosi” abbandonati ai margini di una radura e confusi con plastica e bottiglie, l’obiettivo ha individuato resti di coperture in eternit, tagliate a pezzi e disperse nel prato. L’eternit, com’è noto, è una sostanza pericolosa, i cui pulviscoli, dispersi nell’aria possono provocare l’insorgenza di tumori, soprattutto alle vie respiratorie.

Per legge lo smantellamento di tetti o altri manufatti che contengono amianto è obbligatoria solo se si trovano in uno stato di degrado tale da poter formare delle particelle che possono essere inalate. In ogni caso la legge vieta di abbandonare nell'ambiente oggetti in fibrocemento a base di amianto o di smaltirli con i normali rifiuti.

Il lavoro di smaltimento, inoltre, può essere svolto solo da ditte autorizzate e che la rimozione, effettuata da personale non specializzato e senza adottare le procedure previste dalla normativa, è altamente pericoloso per gli operatori. Per prima cosa, in fatti, la ditta deve determinare la presenza di amianto attraverso test di laboratorio su un campione di materiale. Una volta accertata, si procede all'incapsulamento, una tecnica di bonifica in cui le superfici delle lastre esposte agli agenti atmosferici vengono trattate con sostanze sintetiche che impediscono il rilascio di polveri. Poi si può procedere con la rimozione e lo smaltimento definitivo in apposite discariche.

 

 

 



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"