AGR on Line

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
Ostia, i cittadini si mobilitano per la rinascita di Castelfusano
Comune di Pomezia - Incendio Eco X, arrivano le analisi di Arpa Lazio
Ostia, inizia la corsa alla Presidenza del X Municipio
IX Municipio, Forza Italia accelera e presenta la squadra
Incendio alla 'Eco X' di Pomezia
Acilia, crolla una palazzina di due piani
Abilmente Roma: arriva Miss Cake e l'arte incontra la dolcezza
Meryl Streep alla Festa del Cinema di Roma
La sfida di Mauro, tra voragini stradali e marciapiedi dissestati
Festival del cinema di Roma Arriva Michael Bublè
AGR Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Regione: Nazionali    Sezione: Tecnologia21/12/2016 12.01.00

Bio pard, per acquistare frutta e verdura senza pesticidi

Si tratta di un kit per il rilevamento di sostanze chimiche e nocive in agricoltura



(AGR) Nasce sul lago di Bracciano con la commissione nazionale ambiente Aics il primo gruppo di acquisto a pesticidi zero. A renderlo possibile è il “BioPard”di cui si è dotato il gruppo, un kit ideato per testare in maniera veloce il livello di pesticidi in frutta e verdura. Nel dettaglio, il Pesticide Analytical Remote Detector è un prodotto innovativo, realizzato da Ecobioservices & Researches s.r.l., costituito da un KIT associato ad un misuratore portatile per il rilevamento di pesticidi in alimenti, acqua e terreno. Il Kit contiene un set di reagenti che consente di effettuare 50 analisi su campioni reali attraverso una minima manipolazione. Il rivelatore è un misuratore elettrochimico portatile a batteria a controllo remoto: per gestirlo è sufficiente accedere direttamente alla pagina web del rivelatore, senza la necessità di installare alcun software. BioPard fornisce in pochi minuti, e senza le strumentazioni da laboratorio, una valutazione del livello di contaminazione dovuto alla presenza del 90% dei pesticidi presenti sul mercato: può essere quindi usato da tutti, senza bisogno di una formazione ad hoc. «L’attenzione dall’ambiente passa necessariamente anche dall’attenzione al cibo naturale – spiega Andrea Nesi, responsabile della commissione nazionale ambiente Aics -. Il kit potrebbe essere un modo veloce e poco costoso per testare la salubrità di ciò che mangiano e l’affidabilità del proprio fornitore di frutta e verdura. Partendo dal primo gruppo di acquisto a pesticidi zero costituito da Ecovela Play a Trevignano Romano, metteremo il kit a disposizione dei nostri associati, nell’intento di allargare questa “buona pratica” a tutto il territorio nazionale».

"L'intento - continua Nesi - è quello di allargare la disponibilità di questo Kit al maggior numero delle 131 sedi provinciali di AICS per offrire ai propri soci (ricordiamo che AICS ha circa un milione di soci in Italia) per offrire questo servizio".

"Caldeggiamo e promuoviamo il consumo di frutta e verdura come viatico per conservare e/o migliorare il proprio stato di salute (secondo l’OMS circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori possono essere evitati grazie a una equilibrata e sana alimentazione. In particolare si calcola che se ogni cittadino dell’Unione Europea consumasse 600 grammi di frutta e verdura al giorno, si eviterebbero più di 135 mila morti all’anno per malattie cardiovascolari. La soglia di 400 grammi al giorno, corrispondente a circa 5 porzioni, è la quantità minima consigliata); così come promuoviamo l'interazione con i produttori di prossimità, del territorio o km zero per chi preferisce. Questo però ci spinge ad una maggiore attenzione rispetto alla salubrità di ciò che consumiamo. Ed è quello che faremo con il primo gruppo d'acquisto a pesticidi zero costituito da AICS attraverso il progetto Ecovelaplay: i nostri soci, nel corso di eventi periodici aperti al pubblico, porteranno campioni di frutta e verdura acquistati dai fornitori di fiducia per sottoporli al controllo. Per il momento non prevediamo di attivare forme di denuncia in caso di riscontro pesticidi su prodotti ortofrutticoli analizzati, ci limiteremo ad informare il consumatore ed informare il fornitore. Non escludiamo però in futuro di modificare questo approccio" conclude Nesi

 



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR TV
La TV a Portata di Click